lunedì 21 marzo 2011

TV[TV(TV)]


Tempo fa ho letto un articolo del mio guru Aldo Grasso (giornalista nonchè uno dei principali critici televisivi italiani, per chi non lo sapesse), che parlava dell'autoreferenzialità del programma "Le Iene". Aldo Grasso, in soldoni, afferma che se a "Le Iene" si parlasse di più di ciò che riguarda la gente, della realtà, della miriade di problemi che hanno le persone, piuttosto che parlare della televisione stessa (avevano infatti mandato in onda svariati servizi su Sanremo, sulla questione "telefonate in diretta alle trasmissioni" e sui comportamenti di alcuni conduttori televisivi), questo sarebbe un programma migliore e sicuramente molto più utile.

"Come si vede, è un Paese dove la tv non fa che parlare di tv (...)"

Devo dire che mi ha aperto gli occhi. Dopo aver letto tale articolo, infatti, di questo fenomeno ho avuto conferma notando in seguito due rubriche, una di Striscia la notizia e l'altra del TG1, che non fanno altro che rafforzare il circolo vizioso di una televisione che altro non fa che parlare di sè.

Il TG1, che negli ultimi anni avverte un clamoroso calo di ascolti in favore principalmente del TG de LA7 e anche degli altri telegiornali (sarà che un pò troppa gente si è accorta della differenza tra un telegiornale e la cosa che va in onda su Rai 1 alle 20?) ha pensato bene di diminuire ancor più il proprio livello di credibilità creando una rubrica che dovrebbe smarscherare le inesattezze e la faziosità delle varie fonti di informazione. Chiaramente senza autocitarsi, altrimenti si tratterebbe di far ripartire il TG1 dall'inizio all'interno della rubrica...

Striscia la notizia, invece, in seguito alle accuse ricevute da alcuni giornali di utilizzare le donne come oggetto (vedi: le veline - che poi io mi chiedo, la figura della velina c'è almeno da 30 anni... che si siano accorti solo ora di queste due scosciate che sgambettano in prima serata su una scrivania? Bah), ha pensato bene di creare l'ennesima rubrica dove vengono elencati tutti gli altri esempi di donne oggetto in televisione e nei giornali.

E' una televisione che parla sempre più di sè, è un mezzo di comunicazione che comunicando solo di sè stesso non fa altro che rendersi più inutile giorno dopo giorno.

Nessun commento:

Posta un commento