giovedì 14 aprile 2011

La storia di Gianni (breve)

 
Questa è la storia di Gianni.

Gianni è un pastore povero che vive in una malga di montagna con sua moglie e il loro unico figlio, Thomas, di sei anni.

Ogni mattina la famigliola si sveglia all'alba e dopo aver fatto colazione insieme, Gianni e Thomas si incamminano verso il paese, perchè Thomas deve andare a scuola, ed è ancora troppo piccolo per andarci da solo. Vanno a piedi, perchè la malga di Gianni dista un pò di chilometri dal paese, ed essendo in una zona molto remota e poco turistica della montagna, l'unica strada che porta al paese è un sentiero stretto, sconnesso e tortuoso che corre giù per il pendio, tra il bosco di alberi verdi e alti.

Ogni giorno impiegano molto tempo ad arrivare a scuola, e riescono ad arrivare in orario solo se tutto fila liscio e non si presentano degli imprevisti: se un giorno piove, se Thomas si è svegliato male o Gianni ha il suo solito mal di schiena, il ritardo è assicurato.

Un giorno, il sindaco del paese decide di aiutare Gianni.

Tu sei il sindaco, e una volta consultati i tuoi collaboratori, ti si presentano due progetti di solidarietà per aiutarlo:
  1. sistemare il sentiero rendendolo più praticabile e fornendo alla famiglia di Gianni, a spese del Comune, un mezzo adeguato per percorrerlo più rapidamente, a scelta tra un cavallo, una moto o una jeep di seconda mano.
  2. anticipare l'orario di entrata della scuola, stabilendo che dopo un numero fissato di ritardi di un alunno, questo non potrà più andare a scuola.
Scegli.

MORALE
Hai scelto la risposta:
  1. Hai capito che il probema era la difficoltà di Gianni e Thomas a percorrere la strada verso il paese, non per loro incapacità, ma perchè questa era un sentiero lungo, stretto, sconnesso e tortuoso. Hai quindi deciso di ridurre la difficoltà di percorrere questo sentiero, fornendogli i mezzi per fare più in fretta e comodamente.
  2. Sei un parlamentare del PDL o della Lega, Gianni è un magistrato politicizzato e sporco comunista, ed è colpa sua se l'iter del processo prevede tempistiche epocali: il problema non è il fatto che questo non abbia i mezzi per sveltirlo, ma è che è incapace o non vuole farlo. ...e tutto questo si chiama processo breve.

1 commento:

  1. http://www.cadoinpiedi.it/2011/04/14/processo_lungo.html

    RispondiElimina